HOME   REDAZIONE
FASCICOLI   BIBLIOTECA
MASTERS   EVENTI
ARCHIVIO   PREMIO RDES
LINKS   CONTATTI
DOCUMENTI   RACCOLTE
International Platform of Sports Law Journals   Sports Law and Policy Centre
N E W S L E T T E R - 6.000 iscritti
     



LATEST NEWS 22.09.2012



Il mandato di agente di calciatori redatto dall'avvocato deve rispettare le regole della FIGC



Non ha diritto al compenso professionale il soggetto che agendo nella duplice veste di avvocato e agente di calciatori abbia stipulato un contratto di diritto comune in violazione di norme dell’ordinamento sportivo. Non può, infatti, ritenersi idoneo, sotto il profilo della meritevolezza della tutela dell’interesse perseguito ex art. 1322, comma 2, c.c., un contratto posto in frode alle regole proprie della FIGC, e senza l’osservanza delle prescrizioni formali e sostanziali all’uopo richieste in favore della serietà degli agenti procuratori e dei diritti del calciatore professionista.

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 15934/12; depositata il 20 settembre



















































Web Design by  webmaster   ISSN 1825-6678    Copyright © 2004-2012. Tutti i diritti riservati.